La messa a disposizione: M.A.D.

In base a quanto previsto dal MIUR, in caso di esaurimento delle graduatorie di istituto, i Dirigenti Scolastici possono avvalersi di aspiranti docenti che abbiano presentato istanza di MAD (messa a disposizione) per coprire i posti vacanti.

La messa a disposizione, in acronimo MAD, è quindi una domanda formale di autocandidatura che si presenta alle scuole per offrire la propria disponibilità ad effettuare supplenze al personale scolastico docente e non docente.

Può essere inoltrata ad un numero illimitato di istituti scolastici, esercitando il suo utilizzo per una sola scuola a provincia, da dichiarare espressamente nell’istanza. Deve inoltre essere inviata nella scuola in cui ha sede l’ufficio del Dirigente Scolastico, tramite: posta elettronica certificata (PEC), fax, raccomandata A/R, consegna a mano. Può essere inoltrata lungo tutto l’anno scolastico, anche se i periodi consigliati rimangono comunque da luglio a settembre per le selezioni di inizio anno.

La messa a disposizione, in relazione ai tuoi requisiti, può essere inviata sia per i posti comuni che per quelli di sostegno. Le MAD sostegno rappresentano un’ottima opportunità professionale in quanto l’esigenza degli istituti scolastici è ampia e l’invio delle autocandidature è limitato al 9% del totale.

Vuoi certificarti velocemente e ottenere i requisiti per inviare la candidatura per la MAD sostegno?

L’Istituto Cartesio propone il corso online “Educatore per le Disabilità Visive e BES”: 200 ore di formazione per diventare un operatore specializzato di supporto all’alunno con disabilità visiva o plurima, che collabora attivamente con la scuola, la famiglia e gli specialisti.